Gualtieri sfiduciato dagli amici

Intellettuali e mondo del cinema esprimono giudizi urticanti nei confronti del primo cittadino

“Nei tempi felici son tutti amici, nei tempi brutti fuggono tutti…”. Ė un vecchio proverbio che, mai come oggi torna di attualità. Lo cita il presidente di AssoTutela Michel Maritato che afferma: “Si dice che il mondo del cinema, cultura, degli intellettuali sia tutto orientato a sinistra e sarà anche vero, tranne alcuni sporadici casi. Il dato reale è che i partiti così orientati da sempre si pongono a ispiratori della settima arte ed editoria, ne fanno uno strumento di consenso ma, nel caso della amministrazione della Capitale da tempo si avverte qualche crepa. Da ultimo, la recente esternazione di Alessandro Gassmann sui rifiuti di Roma e sul fatto che con Gualtieri nulla è cambiato rispetto alla gestione Raggi è illuminante. Ci viene in mente – sottolinea Maritato – il tweet con cui il celebre figlio d’arte salutò l’elezione del sindaco chitarrista: ‘Roma ha un nuovo sindaco, al quale auguro buon lavoro. Roma merita una ripartenza, ecosostenibile, e con attenzione a chi più in difficoltà’. In barba alla ecosostenibilità e al buon lavoro che Gualtieri aveva assicurato in campagna elettorale, con la promessa di liberare Roma dai rifiuti in meno di un mese, la realtà è sotto gli occhi di tutti e il commento di un celebre attore è solo la punta dell’iceberg di una situazione insostenibile per una Capitale che merita di più”, chiosa Maritato.