Assotutela/Oasi park Chaplin: “un giorno senza sorrisi è un giorno sprecato”

Così i volontari regalano gioia ai ragazzi

Poliziotti per un giorno

“Una giornata irripetibile, il sogno di tutti i bambini che, grazie a una collaudata organizzazione, hanno potuto vivere momenti irripetibili nel magico mondo della Polizia di Stato, venendo a conoscenza delle tecniche più raffinate di investigazione, ricevendo per ricordo testimonianze vive delle stesse”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Maritato che spiega: “Venerdì 20 maggio è una data da segnare sul calendario per i bambini della casa-famiglia Acero Rosso di Carsoli e gli Augustei, ragazzi affetti da sindrome di Down. Sono stati accompagnati direttamente da rappresentanti della Polizia di Stato alla sezione scientifica del polo Tuscolano. Qui, affettuosi e disponibili agenti hanno mostrato le loro attività più interessanti, che hanno affascinato i ragazzi. Il tutto – continua il presidente – si è concluso con l’inaspettato e gradito omaggio delle impronte digitali rilevate, inserite tra i tanti gadget ricevuti dai partecipanti a questa inusuale giornata. Una mattinata che ha avuto altrettanto piacevole chiosa presso il parco divertimenti Oasi Park di Cinecittà, che ha visto gli ospiti delle case-famiglia scatenati sulle numerose attrazioni disponibili, per poi vivere un momento conviviale con il rinfresco a cura della direzione del parco”. Maritato ha poi ricordato il piacevole ritorno, sempre accompagnati dai rappresentanti della Polizia di Stato: “I ragazzi sono tornati conservando un piacevole ricordo, che ha il sapore di inclusione sociale e di nuovi legami nati durante l’evento. Una kermesse per cui dobbiamo ringraziare di cuore Marcello Cuicchi per l’organizzazione, Danilo Melandri e famiglia (Oasi Park ) per la disponibilità del parco divertimenti e il Caprifoglio Onlus. Un team a cui va la gratitudine di AssoTutela, da cui parte il più sentito ringraziamento ai dirigenti della sezione Scientifica e tutti gli agenti della Polizia di Stato che ci hanno accolto”.